OnePlus 6T, non siete curiosi di scoprire quando si potrà acquistare?

OnePlus 6T

Sono in tanti ad attenderlo con grande ansia: stiamo parlando del nuovo smartphone OnePlus 6T, che dovrebbe essere veramente molto interessante sotto ogni aspetto. OnePlus, d’altra parte, è uno dei marchi che hanno fatto registrare i più alti tassi di crescita nell’universo e nel mercato dei device mobili.

OnePlus 6T, grande novità

Per chi non lo sapesse, OnePlus era partita come una semplice startup, con l’intento di produrre dei dispositivi mobili che potessero dare molto fastidio ai principali competitor presenti sul mercato. In che modo? Ovviamente puntando sul prezzo, visto che costano circa la metà della cifra che si deve spendere per un top di gamma.

Smartphone di qualità

Eppure, tutti i vari smartphone creati da OnePlus sono davvero di pregevole fattura. La dimostrazione è arrivata anche dal grande successo che è stato ottenuto da parte dello OnePlus 6. Quest’ultimo, infatti, è riuscito ad azzerare a tempo record il muro del milione di dispositivi commercializzati nei primi 22 giorni dal lancio sul mercato.

Il modello precedente

Se quel dispositivo, però, aveva fatto un po’ discutere per la mancanza di qualche funzionalità avanzata, allora lo OnePlus 6T si presta veramente a mettere la pulce nell’orecchio a tanti dei principali competitor. Le differenze sono effettivamente poche, ma si riferiscono a dei punti strategici di un dispositivo mobile.

Le due novità

Prima di tutto, il notch che si trova sulla parte alta del display viene ridotto. Al punto tale che sullo OnePlus 6T sembra quasi una piccolissima goccia, che a momenti non si riconosce nemmeno sullo schermo AMOLED da 6,41 pollici.

Un design interessante

Il design dello schermo è veramente molto interessante, soprattutto per via del fatto che sono due le principali novità a cui non si può proprio restare indifferenti. Stiamo facendo riferimento alla mancanza del sensore per le impronte nel bel mezzo della cover e del jack audio da 3,5 millimetri. Al posto del sensore, infatti, è stato inserito lo Screen Unlock, mentre lo spazio del secondo verrà preso da parte dell’ingresso USB Type-C, ma anche da un adattatore che si trova in confezione.

La nuova fotocamera posteriore

Interessante sottolineare come la nuova fotocamera posteriore di OnePlus 6T sia stata sviluppata insieme ad un fotografo di fama mondiale come Kevin Abosch. Stupisce la presenza della funzione Studio Lighting, che offre la possibilità di riconoscere i volti e, al tempo stesso, di impostare l’illuminazione, come se ci si trovasse di fronte ad un programma professionale. Ottima anche la fotocamera anteriore da 16 MP. Bene, infine, la batteria da 3700 mAh con la ricarica veloce.

Commenti

commento