Apple Watch 4, ecco quali saranno le più gustose novità!

Apple Watch 4

Nel corso degli ultimi giorni stanno aumentando di intensità tutti i rumours che riguardano il nuovo Apple Watch 4. L’arrivo della quarta generazione sul mercato dovrebbe avvenire ben prima della fine del 2018. Ecco spiegato il motivo per cui, in questi mesi, si stanno diffondendo sempre più notizie e indiscrezioni.

Apple Watch 4 e le ultime indiscrezioni

Il nuovo Apple Watch 4 dovrebbe poter contare, a quanto sembra, su una batteria decisamente più resistente. Il display, invece, sarà più grande di circa il 15% in confronto alla generazione precedente. Ormai mancano pochi mesi ed è abbastanza chiaro che a breve si saprà qualcosa di ufficiale, sotto forma di smentita o di conferma da parte del colosso di Cupertino.

Vicino al lancio

Il nuovo orologio della Mela è ormai veramente vicinissimo al lancio sul mercato. In base a quanto è stato sentenziato dalle analisi della Kgi Securities, pare proprio che le principali novità siano legate sia al design che a tanti dettagli estetici. Sarebbero proprio questi i due aspetti su cui si concentrano le principali innovazioni.

Novità sullo schermo

La prima novità riguarda lo schermo, le cui dimensioni verranno senza ombra di dubbio incrementate. In base a quelle che si possono considerare le previsioni più estremiste, l’aspetto ne verrebbe del tutto rivoluzionato. Addirittura c’è chi pensa che possa arrivare pure a lasciare da parte la forma rettangolare che lo caratterizza fin dal 2015.

Dimensioni maggiori?

Lo schermo, di conseguenza, subirà una riduzione nelle cornici, mantenendo costanti, più o meno, le dimensioni totali delle casse, che salgono da 38 a 42 mm. In base alle indiscrezioni che sono state diffuse da parte di Kgi, pare che il nuovo Apple Watch 4 registrerà un picco incredibile di vendite, con un incremento rispetto al passato previsto intorno al 30%.

Il design

Dal punto di vista del design, invece, il nuovo dispositivo di Apple dovrebbe poter contare su uno stile più al passo con i tempi. Probabilmente un po’ meno rettangolare. Tralasciando l’estetica, in realtà, la terza generazione aveva già compiuto un notevole passo in avanti, ma esclusivamente sui quei mercati in cui c’è la possibilità di garantire autonomia allo smartwatch tramite una eSim che si può collegare al piano tariffario del proprio cellulare.

E in Italia?

Quindi, non si tratta di qualcosa che si può attuare in Italia. Dal punto di vista software, ci sarà un supporto ancora più dedicato alle attività sportive. Di conseguenza, le previsioni parlano dell’inserimento di altri sensori che potrebbero garantire importanti novità sotto il profilo medicale. E ci sarà pure una batteria con un’autonomia maggiore rispetto alla generazione precedente.

Commenti

commento