Profile, il film che racconta da un pc come avviene il reclutamento dell’Isis

profile film isis

Profile è un film davvero molto particolare, che è in grado di descrivere alla perfezione quella che è l’attuale situazione nel momento in cui si parla di social e di internet. Si tratta di una pellicola che si caratterizza per essere ambientata all’interno di un vero e proprio pc, che va a descrivere come è in grado il gruppo terroristico dell’Isis di reclutare tramite Skype i propri adepti.

Profile, un film denuncia molto bello

Serve veramente poco per andare dritto al punto: Profilo lo fa alla perfezione per quanto riguarda il reclutamento dell’Isis. Si inizia con una maschera con un velo, per poi cominciare a realizzare un account falso che inneggi alla Jihad su Facebook. Ecco il tranello in cui è caduta l’organizzazione terroristica, in quello che si può considerare un vero e proprio reportage.

Come fa l’Isis a reclutare nuovi terroristi?

Direttamente dal divano di casa farsi reclutare dall’Isis non è difficile: è sufficiente avere a disposizione Skype. Ebbene, tutto questo percorso è stato registrato e poi è diventato un vero e proprio servizio giornalistico. In quest’ultimo viene messo in evidenza come facciano i gruppi terroristici ad attirare uomini e donne da mandare in guerra.

Il reportage della giornalista

La giornalista che ha portato a termine questo incredibile reportage ha voluto rimanere nel più completo anonimato per problematiche legate alla sua storia. Così, il regista Timur Bekmambetov ha fatto un film di finzione, con degli attori professionisti. Il tutto per raccontare una storia che si è svolta praticamente davanti allo schermo di un pc.

Profile svelato al Festival di Berlino

Il film prende il nome di Profile ed è stato svelato nel corso del Festival di Berlino. È stato il regista russo a proporlo: un netto cambio di tendenza per un professionista che fino a qualche tempo fa si occupava di pellicole dallo stile tipicamente pop e fracassone, che avevano ben poco dell’intellettuale.

L’ottimo lavoro di Bekmambetov

Tutto diverso in questa pellicola, dove Bekmambetov ha ricostruito alla perfezione il reportage originale, senza però cadere nelle facili esagerazioni. Una tecnica di registrazione che prende il nome di screencasting e in poche parole prevede di effettuare dei filmati andando a catturare le schermate di un personal computer.

Usato un apposito software per registrare schermo pc

Non si filma lo schermo usando la videocamera, ma viene utilizzato un apposito software che cattura la schermata del pc. In poche parole, il personaggio principale del film Profilo è il display di un Mac. E sembra che possa essere noioso e limitato, ma in realtà è tutto il contrario. Una tecnica che aveva già esordito al cinema con vari horror, ma che per la prima volta è stato impiegato per descrivere una storia reale.

Commenti

commento