Workout dopo i 70 anni, ecco l’allenamento di un Principe!

principe carlo workout dopo i 70 anni

Volete sapere come riesce a restare in formissima il Principe Carlo anche dopo aver superato la soglia dei 70 anni? Segue un particolare workout in maniera scrupolosa: si tratta di una serie di esercizi che è stata sviluppata in realtà tanti anni fa. Infatti, per riscoprire questa fitness routine bisogna risalire agli anni Cinquanta, eppure pare proprio che faccia davvero bene alla salute.

Come si struttura questo workout dopo i 70 anni? Consta di 11 minuti di attività fisica intensa una volta al giorno, in cui gli esercizi sono stati approvati da parte della Royal Canadian Air Force e denominati 5BX. Pare, secondo i soliti ben informati, che sia questo il segreto del Principe Carlo, che riesce a mantenere un’ottima forma fisica nonostante il passare del tempo.

Come è stato svelato anche da parte del Telegraph, il Principe Carlo seguirebbe questo particolare workout dopo i 70 anni già da un bel po’ di tempo. Una serie di esercizi che hanno un legame molto forte con l’arma militare, e che hanno il pregio di andare a condensare un po’ tutti gli sforzi in cinque passaggi e in soli 11 minuti di allenamento.

Il primo passo è inevitabilmente quello di fare stretching, rimanendo in piedi e mantenendo le gambe divaricate, con le braccia tese esattamente al di sopra del capo. Bisogna piegarsi progressivamente e molto lentamente in avanti, in maniera tale da portare le braccia fino a contatto con il terreno o il pavimento. Un esercizio da ripetere in modo lento e controllato per 2 minuti.

Fa parte di questo workout ancora un esercizio particolarmente noto e diffuso, ovvero gli addominali sit-up. In questo caso, bisogna sdraiarsi sulla schiena, mantenendo i piedi sempre ben divaricati e le braccia allungate che scorrono lungo i fianchi. Sollevare la testa e le spalle da terra fino a toccare le ginocchia piegate e poi tornare di nuovo a terra. In questo secondo esercizio è richiesto il numero massimo di addominali in un minuto.

Poi si va con le back extensions, sdraiandosi con le mani al di sotto delle cosce e tenendo i palmi rivolti sempre vero il soffitto. Alzando una gamba da terra in maniera lenta e controllata, per poi fare la medesima cosa con l’altra gamba. Un esercizio da ripetere il massimo numero di volte in un minuto. Completano il workout le flessioni, tipiche, da farne il più possibile in un minuto e poi i classici saltelli a forbice, dopo aver fatto per sei minuti una sorta di mini corsetta sul posto.

Commenti

commento