Netflix, lanciata una nuova serie sui criminali più famosi

World’s Most Wanted netflix

Sbarca su Netflix una nuova serie che si preannuncia un altro grande successo: stiamo parlando di “World’s Most Wanted”. Si tratta, in poche parole, di una vera e propria docu-serie in cui è presente la ricostruzione di tutte le storie che hanno visto come protagonisti i più cattivi e perfidi killer al mondo, senza dimenticare tutti i vari assassini che non sono ancora finiti in carcere per le loro malefatte.

Insomma, i malviventi più ricercati da parte dell’FBI fanno il loro ingresso pure su Netflix. Per tutti coloro che amano questo genere, la nuova serie “World’s Most Wanted” potrebbe creare davvero “dipendenza”. Soprattutto per via della curiosità di scoprire tutte queste storie reali su quelli che si possono tranquillamente definire come i peggiori malviventi presenti sulla faccia della Terra.

Un “assaggio” di questo stile si è potuto avere con la prima parte di Unsolved Mysteries, una serie che ha avuto il merito di far riaprire il processo legato alla morte, avvenuta in circostanze del tutto misteriose, di Alonzo Brooks.

Questa nuova serie, caratterizzata da una serie di dettagli decisamente inquietanti, ricostruisce mediante la presenza di interviste e pure documenti, ben cinque casi legati a delinquenti più ricercati in tutto il mondo. Su World’s Most Wanted c’è la possibilità di scoprire le storie di cinque criminali che ancora non sono stati catturati dalle autorità, autori di crimini veramente nefasti e protagonisti di una fuga a piede libero da anni e anni.

Il debutto della serie è avvenuto lo scorso 5 agosto e la ricostruzione di tutti questi casi è stata possibile grazie a testimonianze e a varie interviste che sono state rilasciate da parte degli organi inquirenti, che hanno raccontato, passo dopo passo, tutte le mosse effettuate per provare a catturare questi pericolosi criminali.

Uno dei cinque episodi fa riferimento al ben noto caso di Samantha Lewthwaite, che è in realtà meglio conosciuta da parte dei servizi segreti inglesi con l’appellativo di White Widow, ovvero vedova bianca. Su questa donna pendono un gran numero di capi d’imputazione, visto che è accusata di aver provocato il decesso di ben 400 persone mediante il fatto di aver preso parte a degli attacchi di matrice terroristica con il gruppo Al Shabaab.

Tra le varie storie ce n’è una legata anche alla criminalità organizzata in Italia, ovvero quella che si riferisce al boss mafioso siciliano Matteo Messina Denaro, che è latitante dal lontanissimo 1993. È accusato dell’omicidio di addirittura 50 persone.

Commenti

commento