Museo subacqueo, che spettacolo quello creato nella Grande Barriera Corallina

museo subacqueo moua

Se avete in mente di recarvi in vacanza in Australia, allora uno dei migliori consigli da seguire è certamente quello di prendere in considerazione il Queensland, ovvero uno stato che si trova nella zona nord-ovest della nazione. Il motivo? Semplice, la possibilità di visitare uno spettacolare museo subacqueo che è stato da poco inaugurato.

La città è quella di Townsville, che si trova proprio di fronte alla sezione mediana della Grande Barriera Corallina: l’inaugurazione, invece, riguarda il Museum of Underwater Art, chiamato anche Moua, che può contare sulla presenza di ben 20 sculture che sono state poste sui fondali marini e che possono essere viste solo ed esclusivamente da parte di sub e amanti di snorkeling.

Un progetto che, quindi, è stato ribattezzato Moua e che si è trasformato in via ufficiale nel primo museo di arte sottomarina di tutto l’emisfero australe. Bisogna dare merito al grande lavoro che è stato svolto da parte del genio creativo Jason deCaires Taylor, che già nel corso del recente passato ha fatto la stessa cosa ai Caraibi, così come alle Canarie piuttosto che in Messico.

Nello specifico, i Reef Guardians posizionati in Australia sono stati oggetto di un’apposita procedura di installazione sui fondali della zona protetta del John Brewer Reef. Un’operazione che si è svolta ad una profondità che va da 15 fino a 18 metri sotto il livello del mare.

Sono opere d’arte che si caratterizzano per un impatto decisamente suggestivo, anche per via del fatto che sono state create usando acciaio inox e un cemento del tutto particolare, che si caratterizza proprio per offrire una notevole resistenza all’acqua. Lo scopo è quello di ampliare sempre di più le opere presenti all’interno di tale museo sottomarino.

Gli appassionati di sub e snorkeling potranno, quindi, dare un’occhiata anche alle meravigliose scogliere a picco ivi presenti, contemplando la Grande Barriera Corallina e i pesci colorati che affollano questa zona. Per chi volesse visitare il museo, c’è la possibilità di chiedere informazioni direttamente agli operatori dell’Adrenaline Snorkel & Dive di Townsville, oppure agli operatori del Pro Drive di Magnetic Island.

Un progetto che include pure un’installazione che si erge fino sopra il livello dell’acqua e che si può notare direttamente dallo spettacolare lungomare di Townsville. Tale scultura è stata ribattezzata Ocean Siren e potrebbe apparire piuttosto simile alla Statua della Libertà che si trova in quel di New York, sfruttando un’alimentazione a energia solare, con dei colori che variano in base alla temperatura che caratterizza l’acqua.

Commenti

commento