Cronografi, ecco quali sono i modelli a cui è difficile resistere

Rolex Cosmograph Daytona

Dal punto di vista tecnico i cronografi hanno indubbiamente un grande vantaggio, ovvero quello di consentire la misurazione del tempo da un istante ben determinato. In realtà, però, rappresentano un oggetto che ha un valore di tutto rispetto.

È ormai difficile vedere delle persone che tengono il tempo con il proprio orologio, ma il cronografo è sempre qualcosa che riesce a stimolare sempre i desideri maschili. Proviamo a dare un’occhiata, quindi, ai modelli di cronografi sportivi maggiormente diffusi sul mercato.

Uno dei modelli di cronografi più belli è sicuramente il Rolex Cosmograph Daytona. Ha alle spalle una storia veramente importante, soprattutto per il suo stretto legame con le corse automobilistiche, ma anche per il suo stile estetico, che va a “mixare” una cassa da 40 millimetri con un movimento automatico di manifattura che ha ricevuto la certificazione Cronometro Superlativo. E pure la corona ha un fascino veramente innegabile.

Tra gli altri cronografi che hanno scritto la storia e che sono particolarmente ricercati troviamo Omega Speedmaster Moonwatch 321. Un orologio che trae ispirazione dal cronografo che è stato indossato da parte di Edward White nel lontanissimo 1965, astronauta che è passato alla storia per essere il primo americano a fare una passeggiata nello spazio.

Un altro cronografo di tutto rispetto è sicuramente il Breitling Chronomat. Si tratta di un modello che venne svelato nel lontano 1984, nel momento in cui i segnatempo dallo spessore praticamente inesistenza al quarto erano di grande tendenza.

Ovviamente, il modello che vi consigliamo non è certo quello della prima parte degli anni Ottanta, quanto piuttosto una versione che è stata proposta rivisitata da parte del marchio, mantenendo una serie di caratteristiche identitarie. Basti pensare alla lunetta girevole con tanto di cavalieri, ma anche i cavalieri sia a ore 3 che a ore 9, che sono addirittura intercambiabili.

In questo modo, tutti coloro che indossano tale orologio hanno la possibilità di sfruttarlo sia per le funzionalità di conteggio che di conto alla rovescia. Da non dimenticare anche la presenza di un bracciale integrato Rouleaux realizzato in acciaio, con la tipica e intramontabile chiusura a farfalla.

Infine, un altro modello particolarmente interessante è sicuramente l’Audemars Piguet. Un altro cronografo che è stato oggetto di un’attenta e curata rivisitazione di un modello che risale addirittura agli anni Cinquanta. Si tratta di una versione a tiratura limitata, prodotta in soli 500 esemplari, con una tipica cassa tonda da 40 mm e le anse realizzate in acciaio.

Commenti

commento