Cravatta o papillon, i consigli da seguire per non fare errori

Cravatta: come scegliere quella giusta
Immagini: iStock Photos

Ormai si avvicina la serata di San Silvestro e Capodanno è il momento giusto per sfoggiare tutto il proprio stile e mettere in evidenza la personalità che si ha nello scegliere i vestiti. Cravatta o papillon? Questo è l’annoso quesito che continua a imperversare tra tutti i maschietti: per trovare una risposta ci sono alcune regole che non possono proprio essere dimenticate.

Quando si parla di dress code, una delle decisioni più difficili da prendere per qualsiasi uomo è certamente quella se puntare su una cravatta oppure su un papillon come accessorio per il proprio abbigliamento. Cerchiamo di capire quali siano le principali regole che devono essere seguite per non fare errori troppo marcati.

Si parte con tutti quegli abiti scuri: in questi casi, sarà sufficiente puntare su una cravatta, che si può combinare con una camicia di colore bianco e un abito che può essere nero, grigio oppure blu. Se l’invito non riporta nulla a riguardo, è bene seguire altri accorgimenti.

Il papillon viene chiamato anche farfallino e si caratterizza per essere un tipo di cravatta che nasce ad opera dei mercenari croati, assoldati in territorio francese da parte di Re Luigi XIV, esattamente come le tradizionali cravatte. Per quanto riguarda il papillon, ci sono delle versioni a tinta unita e che rappresentano senz’altro la soluzione più adatta da abbinare ad uno smoking.

Ultimamente, l’utilizzo del papillon è stato notevolmente sdoganato, cercando di avvicinarlo anche a stili più lontani rispetto a quelli tipicamente classici. Infatti, viene associato anche con stile più casual e dai tratti sportivi, in grado di portare il farfallino anche in ambienti non proprio formali e rigidi.

Il dilemma riguardante la cravatta dura ormai da tantissimi anni. Il motivo? Ci sono tanti uomini che la amano e tanti altri che, al contrario, non la possono vedere nemmeno in cartolina. Ebbene, se è pur sempre un simbolo di eleganza, può essere sfruttata anche con capi d’abbigliamenti casual. In vari contesti lavorativi di alto livello, la cravatta non può mancare per nessun motivo.

Interessante notare come la cravatta si possa considerare a tutti gli effetti come uno degli accessori maggiormente versatili, dal momento che ci sono diversi modelli molto fantasiosi e particolari che possono dare una mano ad uscire dai consueti schemi. Per quanto riguarda le feste, nessun problema nel puntare sulla cravatta, ma attenzione a non mangiare in modo eccessivo, altrimenti una volta finito il pasto diventa veramente complicato allentarla.

Commenti

commento