Giochi da tavolo, ecco quali sono quelli migliori da riscoprire

Febbre e raffreddore si sono impossessati di voi? Allora ci sono delle soluzioni per passare il tempo e divertirsi contemporaneamente. Si tratta di giochi che vanno bene anche per delle serate particolarmente uggiose, quando pioggia e maltempo impediscono di pensare ad altre attività se non a quella di rimanere in casa e inventarsi qualcosa.

Ebbene, in tutte queste occasioni, ecco che i giochi da tavolo diventano uno dei passatempi più apprezzati da riscoprire. In questo modo, anche la serata che potrebbe apparire più tranquilla e noiosa del solito, si potrebbe trasformare in men che non si dica in qualche ora frizzante di divertimento tutti insieme.

Il primo gioco da tavolo che si dovrebbe riscoprire prende il nome di Hotel, detto anche Tycoon. Si tratta di un gioco che vi porterà a sfidarsi in una lotta senza esclusione di colpi per mettere le mani sul maggior numero possibile di alberghi da comprare e di dependance da realizzare. L’obiettivo finale, in fondo, è sempre lo stesso, ovvero conquistare il Boomerang, poi il President e, se il gioco lo permette, agguantare anche l’esotico Waikiki.

Il gioco da tavolo Hotel è stato lanciato sul mercato per la prima volta grazie al genio di Milton Bradley, oltre trent’anni fa. Per tutti coloro che sognano un giorno di diventare degli imprenditori del turismo, Hotel è davvero uno dei migliori giochi da tavolo, considerando anche la nuovissima versione Tycoon che è stata realizzata sul mercato italiano da parte di Asmodee.

Taboo è un altro gioco da tavolo che ha fatto la storia, ma che può assolutamente continuare a farla. Il motivo? È il gioco delle parole che sono vietate e venne lanciato per la prima volta sul mercato nel lontano 1989 da parte della Milton Bradley Company. È Hasbro ad occuparsi della sua diffusione al giorno d’oggi sul mercato italiano. In questo gioco il tempo scorre a ritmo di una clessidra, e i vari giocatori hanno l’obiettivo di indovinare una parola, con un giocatore che ha il compito di portare i propri compagni di squadra verso la soluzione, senza però mai nominare alcune parole che sono proibite.

Sono queste le caratteristiche che hanno reso celeberrimo e famoso in tutto il mondo questo gioco da tavolo. Non solo, basti pensare a quando rimangono pochi secondi sulla clessidra, in cui la tensione cresce e l’isteria collettiva prende il sopravvento. Attenzione, però, questo gioco diventa una soluzione ottimale solo quando la vostra compagnia è particolarmente numerosa.

Commenti

commento