Calcetto: ecco dei consigli utili su come evitare gli infortuni

calcetto amici

Andate a giocare spesso a calcetto con i vostri amici? Oppure preferite il calcio a undici, dove bisogna correre di più, ma in alcuni casi è anche più divertente? Insomma, le opzioni per divertirsi con il mondo calcistico amatoriale sono veramente tante, eppure in molti casi gli infortuni rappresentano una preoccupazione enorme per tanti ragazzi.

La passione, infatti, a volte può portare a fare sforzi anche inconsapevolmente troppo alti e il rischio principale che si corre è quello di farsi male. Certo, il calcetto del giovedì sera insieme ai colleghi rappresenta una vera e propria tradizione da onorare sempre e comunque: stando ai dati che sono stati diffusi dall’Istat, pare che siano più di 4 milioni le persone che, settimana dopo settimana, cercano di emulare le gesta dei propri idoli su un campo da calcetto.

Calcetto e il rischio infortuni sempre presente

Il problema, come detto, è che gli infortuni fanno certo parte del gioco, ma alcune volte sono proprio dietro l’angolo. Gli esperti non smettono mai di mettere in evidenza come potrebbero essere proprio dietro l’angolo ed ecco che il tema della prevenzione diventa improvvisamente di grande rilevanza.

Fare prevenzione vuol dire prima di tutta fare una valutazione generale dello stato fisico di una persona, in maniera tale da mettere in evidenza eventuali problematiche posturali. Il secondo passo è quello di prestare maggiore attenzione a tavola, provando a seguire un regime alimentare che sia quanto più sano ed equilibrato possibile.

Il terzo passo riguarda i minuti prima di iniziare la partita a calcetto: tutti gli esercizi di stretching vengono fatti correttamente? Anche l’idratazione riveste un ruolo di primo piano in tal senso. Se tutte queste attenzioni non sono sufficienti per evitare tali infortuni, allora si potrebbe ricorrere ad un nuovo sistema lanciato da poco tempo.

Alla scoperta della Theal Therapy

Stiamo parlando della Theal Therapy: si tratta di una terapia laser del tutto particolare, interamente sviluppata in Italia grazie al grande lavoro di Mectronic, che va ad impiegare una combinazione di varie lunghezze d’onda, garantendo un trattamento differente in base alle esigenze di ciascun atleta. Ad esempio, vengono considerati dati fisiologici come età, fototipo e categoria di tessuto.

Gli infortuni che capitano più di frequente a chi gioca a calcetto vanno a colpire gli arti inferiori: si tratta di lesioni di natura traumatica, come ad esempio la distorsione del ginocchio o un calcio alla gamba, oppure si concentrando sui muscoli, che devono sopportare uno sforzo eccessivamente intenso.

Commenti

commento