Alimentazione, dopo i 40 anni bisogna assolutamente modificarla

pasta dieta

Non tutti gli uomini sono a conoscenza del fatto che, una volta compiuti i 40 anni, bisogna cambiare la propria alimentazione. O, perlomeno, ci sono cinque abitudini che vanno assolutamente evitate. Insomma, poche, ma buone regole per poter restare in salute e in grande forma.

Alimentazione, si cambia dopo i 40 anni!

Tanti uomini non si rendono conto che ai 40 anni si cambia. L’età comincia ad avanzare, il metabolismo è meno rapido, la pancetta si fa strada. È chiaro che gestire il proprio peso diventa sempre più complicato e, di conseguenza, stare attenti a quello che si consuma una volta seduti a tavola è a dir poco fondamentale.

Serve una dieta equilibrata

Seguire un’alimentazione equilibrata è molto importante una volta compiuti i 40 anni: non è più solo una questione di impatto estetico, ma è anche e soprattutto un modo per proteggere la propria salute. Quindi, cerchiamo di seguire qualche utile e prezioso suggerimento, l’ideale per restare in forma e non avere particolari problemi di salute.

Servono più fibre

Il primo consiglio da seguire è quello di aumentare le fibre. Quindi, a tavola è bene puntare non solo sui legumi, ma anche su frutta, verdura e cereali. Forse è uno di quei concetti alimentari che si potrebbero definire tranquillamente vintage, eppure si deve rispettare per far funzionare al meglio il proprio corpo. 30 grammi al giorno di fibre sono necessarie in una persona adulta.

Prevenire malattie alla prostata

Interessante mettere in evidenza come gli uomini, dopo aver compiuto i 40 anni, debbano prestare la massima attenzione a tutti quei disturbi e patologie che possono colpire la prostata. Ebbene, sono malattie che è necessario considerare a tutti i costi: in caso contrario, il rischio è che gli effetti della superficialità si facciano sentire una volta sorpassati i 50 anni.

Tanta vitamina C

Seguire un’alimentazione ricca di vitamina C, ma anche beta-carotene e luteina può essere un ottimo modo per la prevenzione di questo tipo di malattie. Il consiglio, quindi, è quello di mangiare spesso e volentieri cibi come le carote, spinaci, melone e ciliegie.

Occhio ai problemi delle ossa

Con il passare del tempo, tanti uomini non si accorgono di come anche le ossa cambiano e corrono il pericolo di diventare sempre più deboli. Il pericolo dietro l’angolo, quindi, è quello di cominciare a soffrire di osteoporosi. Quindi, un occhio di riguardo va dato all’assunzione di calcio: bene latte e latticini, ma anche mandorle, sardine e fagioli sono un’ottima soluzione.

Commenti

commento