Speed Riding: tra sci e vela vale la pena rischiare l’osso del collo?

Speed Riding

Si chiama Speed Riding e in molti ancora non lo conoscono. Si tratta di una di quelle discipline sportive a cui non mancano certamente spettacolarità e prodezze. Una di quelle ovviamente più complicate da affrontare in prima persona tra gli sport invernali. Si, probabilmente anche il termine sport va un po’ largo, visto che fare una gara non è proprio all’ordine del giorno.

Speed Riding, un nuovo e pericoloso sport estremo!

Lo speed riding è più che altro una vera e propria attività estrema, con tutto quelle che ne può conseguire. Prima di tutto, per potersi cimentare non è necessario avere delle doti fisiche fuori dal comune. Sprezzo del pericolo e coraggio, in abbondanza però. Non solo, ma l’equilibrio sullo sci deve essere un must, accompagnato da una certa esperienza in quest’ambito.

Una via di mezzo tra lo sci freeride e il paracadutismo

Lo Speed Riding si può considerare come una sorta di via di mezzo tra lo sci freeride e il paracadutismo.  Insomma, si scende da una montagna con gli sci e una vela spiegata. Si va in fuoripista e la vela non è altro che una sorta di enorme ombrello che va a diminuire la velocità durante la discesa. Per i novellini, la vela è grande tra i 12 e i 14 metri quadrati.

Che spettacolo!

In poche parole consente di planare evitando gli ostacoli e godendosi lo spettacolo di precipizi sorpassati in men che non si dica. Insomma, una di quelle esperienze che non si possono dimenticare con grande facilità. Sono numerose anche le differenze rispetto a quella disciplina che prende il nome di snowkite. Quest’ultimo, infatti, normalmente viene eseguito sulla neve battuta e su un terreno pianeggiante.

Solo su neve fresca

Lo SpeedRiding, rispetto allo snowkite, viene effettuato solo ed esclusivamente su neve fresca. Ovviamente si fa fuoripista e lontano rispetto agli impianti che potrebbero essere ricchi di pericoli. Chiaramente, prima di cimentarsi con questa nuova disciplina è necessario essere degli esperti di sci. Le gambe si muovono in maniera assolutamente istintiva. E chi pratica questa disciplina deve ovviamente mantenere alta la concentrazione sulla vela.

Quanti pericoli!

Chiaramente lo Speed Riding è molto pericoloso. Si tratta di una disciplina relativamente giovane e di conseguenza mancano ancora un gran numero di aspetti da sistemare. Prima di tutto gli standard di sicurezza, che non hanno raggiunto ancora un livello accettabile. Proprio il fatto di essere una disciplina praticamente alla portata di tutti, ecco spiegato il motivo per cui diventa potenzialmente poco pericoloso. E gli incidenti che sono avvenuti recentemente lo testimoniano alla perfezione.

Commenti

commento