Lavaredo Ultra Trail, ecco la gara podistica che sembra un inferno!

Lavaredo Ultra Trail

Siete degli appassionati di gare podistiche? Allora la Lavaredo Ultra Trail è certamente quella che vi potrebbe interessare di più. Non è una gara come le altre. Si tratta della gara più dura di qualsiasi altra sfida podistica. Sono 1500 i runner che ogni anno si danno battaglia di fronte a salite impressionanti, ma anche sentieri al limite e pure in notturna.

Lavaredo Ultra Trail: 120 chilometri che non finiscono mai

Probabilmente fareste fatica a credere all’esistenza di una gara podistica di 120 chilometri su sentieri di montagna. E per di più da 5800 metri di dislivello. Tutti da affrontare con il cuore in gola. Da correre per arrivare il prima possibile. Anche di notte. È tutta la bellezza della Lavaredo Ultra Rail. Una di quelle corse podistiche che fanno stancare solamente dando un’occhiata al percorso.

La bellezza delle Dolomiti

La Lavaredo Ultra Rail è una gara che tocca un po’ tutti i punti paesaggistici più spettacolari delle Dolomiti. E quindi si passa dalle Tofane, dalle Cinque Torri, dalle Tre Cime di Lavaredo e dal Cristallo. Questa gara podistica è ormai giunta all’undicesima edizione, che ha preso il via lo scorso 23 giugno, con la partenza fissata a Cortina d’Ampezzo.

Una gara solo per coraggiosi

Si tratta di una gara veramente pazzesca e durissima. Al punto tale che le defezioni fanno chiaramente parte del gioco. E i problemi nel corso del tragitto possono essere numerosi. Tra strappi, crisi intestinali oppure respiratorie e pure stiramenti, arrivare alla fine è decisamente difficile. Anche con gli infortuni, però, né la paura né la fatica possono avere la meglio sullo spirito del runner. E la preparazione è chiaramente concentrata più che altro sull’aspetto mentale.

Daniel Jung si ritira quando era sesto

La nuova promessa del running in Italia, ovvero Daniel Jung, ha confermato come si tratti di una gara davvero impressionante. E se anche lui effettivamente ha paura di non riuscire ad arrivare al traguardo, pensate come possa sentirsi un comune mortale. La cosa fondamentale, sottolineata dal nuovo fenomeno altoatesino, è quella di partire piano, in modo particolare in gare così lunghe. Purtroppo, la sua gara finisce quando era sesto, vittima di un problema di salute.

L’edizione 2017 vinta dal francese Fabien Antolinos

E anche quest’anno l’impresa che viene compiuta da questi atleti è veramente mirabolante. 1500 persone che si danno battaglia partendo venerdì notte, con tanto di luce frontale, bastoncini e zainetto per sorbirsi 120 chilometri di sfida totale. Il traguardo verrà poi tagliato solamente da 1064 partecipanti. A chiudere in prima posizione è stato il francese Fabien Antolinos. Una prestazione incredibile, conclusa in 12 ore e 32’. Il primo degli italiani all’edizione 2017 della Lavaredo Ultra Trail è Fulvio Dapit, che chiude in quarta posizione.

Commenti

commento