Colazione, ecco tutti i motivi per cui non si dovrebbe saltare

colazione

Siete abituati a fare colazione alla mattina o no? Si tratta di una domanda molto interessante, dal momento che coinvolge direttamente anche la nostra salute, come è stato ben messo in evidenza da un gran numero di ricerche svolte negli ultimi tempi. E da tutti questi studi emerge come saltare la colazione non fa assolutamente bene al corpo umano.

Secondo le ultime statistiche legate a questo argomento, pare che il 90% degli italiani ormai non riesca più a fare a meno della colazione. Ed è una scelta più che saggia, dal momento che questo pasto è fondamentale per garantire prestazioni cognitive molto più alte e per il giusto equilibrio dei valori cardio-metabolici.

Colazione, cambiano positivamente le abitudini degli italiani

In confronto ai dati di ben sei anni fa, la percentuale di chi fa colazione ogni mattina è cresciuta del 2%, come si può intuire da una recente ricerca svolta dall’Osservatorio Doxa/Union Food. Tante persone, però, hanno la convinzione che saltare la colazione faccia dimagrire e che sia utile all’interno di una dieta. Niente di più sbagliato.

Le abitudini corrette sembra che facciano più presa all’interno di famiglie con dei figli che hanno meno di 14 anni. Sono ben 4 milioni di italiani che fanno colazione tutti i giorni. La fascia d’età in cui si è più propensi a saltare il primo pasto della giornata è quella che intercorre tra 15 e 24 anni: ben il 18% delle persone, infatti, non mangia nulla al mattino.

I pericoli per chi salta la colazione

Chi salta la colazione viene chiamato anche breakfast skipper e giustifica tale situazione mettendo in evidenza come abbia numerose difficoltà a consumare del cibo subito dopo essersi svegliato. Altri, invece, sostengono che sia meglio fare uno spuntino verso la metà della mattina. In ulteriori casi, non hanno tempo oppure riscontrano problemi a trovare un equilibrio tra colazione e abitudini mattinieri, visto che si alzano troppo tardi.

Fare colazione, come testimoniato da due recenti ricerche svolte da Sinu e Sisa, fa molto bene, soprattutto a livello cardiovascolare, riducendo il possibile rischio di incappare in qualche evento di questo tipo. Non è finita qui, dal momento che saltare la colazione condiziona notevolmente il peso, a qualsiasi età. Fare colazione contribuisce ad incrementare il senso di sazietà e permette quindi poi di ridurre il consumo di altri cibi nel corso della giornata. Saltare la colazione vuol dire anche avere minore concentrazione da dedicare a tutte le attività quotidiane lavoro compreso, come svelato da vari studi in materia.

Commenti

commento