Alcolici, ecco quali sono quelli più calorici e quelli meno

drink da bere

Spesso e volentieri, tutti coloro che devono obbligatoriamente seguire una dieta, sanno perfettamente come gli alcolici debbano essere vietati. Quindi, è impossibile anche solo pensare di sorseggiare per qualche secondo un Frozen Daiquiri oppure un Bloody Mary.

I nutrizionisti lo raccomandano fin da subiti, mettendo in evidenza come ogni percorso che mira a far perdere peso o, in ogni caso, a raggiungere la forma fisica migliore di sempre, vieta il consumo di alcol. In determinate situazioni sociali, però, diventa veramente molto complicato rinunciare a tutti i diversi drink che vengono proposti.

Importante sottolineare, però, come non tutti gli alcolici siano calorici. Ecco, quindi, alcuni consigli per orientarsi e sgarrare in maniera responsabile. Quindi, è importante considerare come tra gli alcolici la cosa fondamentale è quella di evitare i mix zuccherati, come ad esempio gli sciroppi. I cocktail, spesso e volentieri, presentano al loro interno fin troppe quantità di zucchero aggiunto. Basti pensare come un Cape Cod può arrivare a contenere fino a ben più di 30 grammi di zucchero, che chiaramente va oltre il tetto massimo consentito da parte delle linee guida dell’OMS.

Attenzione anche al sidro, che è davvero molto dolce, dal momento che contiene la bellezza di 20 grammi di zucchero per ciascuna porzione. Per quanto concerne il vino, invece, è bene sottolineare come non si tratti affatto della bevanda alcolica con il quantitativo di calorie più basso. È chiaro che, però il vino è in grado di apportare comunque degli aspetti positivi, come chiarito anche da parte della scienza.

Infatti, il consumo di uno oppure due bicchieri di vino rosso ogni tanto, come è stato sostenuto da una ricerca svolta da parte del King’s College di Londra, può dare una significativa mano alla flora batterica che si trova nell’intestino. Al tempo stesso, può essere utile per diminuire i livelli di colesterolo e addirittura contrastare l’obesità. I polifenoli possono dare una notevole mano anche nell’aumentare la protezione dell’apparato cardiaco. Non bisogna dimenticare anche come il vino non sia affatto ipocalorico, visto che un bicchiere ha dalle 121 fino alle 125 calorie.
Di conseguenza, se si è alla ricerca di un’alimentazione equilibrata che possa favorire la perdita di peso, ecco che bere vino non sarà di certo d’aiuto.

Sia lo champagne che il prosecco, ma solo di poco, più poveri per quanto riguarda le calorie, anche se entrambi presentano al loro interno una buona concentrazione di polifenoli: quindi, le bollicine potrebbero essere una soluzione migliore rispetto al vino.

Commenti

commento